Il Progetto

Le sfide

  • Comunità rurali montane – escluse dai processi di sviluppo.
  • Mancanza di capacità di: valorizzazione, imprenditorialità, gestione, promozione delle risorse turistiche, uso dei New Media.
    Mancanza di opportunità di specifica formazione professionale.

Il Turismo Rurale come soluzione

  • Coinvolgimento e partecipazione informata e rappresentativa della comunità locale.
  • Facilitazione da parte di terzi – consorzio di progetto.
  • Dare più potere alla popolazione locale.
  • Prendere decisioni circostanziate sul TR nella loro comunità.
  • Svilupparle.
  • Educazione/formazione.
  • Fornire capacità qualificate
  • Accrescere la competitività sul mercato globale.

Obiettivi

Il progetto si pone l’obiettivo di creare e testare una serie di strumenti e modelli innovativi per facilitare lo sviluppo del turismo sostenibile nelle aree rurali, e in particolare in quelle montane, promuovendo un processo di consultazione all’interno della comunità e formando alcuni selezionati opinion leaders ad agire come moltiplicatori nel favorire una pianificazione turistica all’interno della comunità, attraverso la formazione di operatori turistici locali nuovi o pre-esistenti, con diversi livelli di esperienza, professionalità e background culturale.
L’utilizzo di Tecnologie dell’Informazione e Comunicazione (TIC), che include e-learning (formazione mista), una piattaforma di condivisione online e un’applicazione per pc e cellulare, e il metodo educativo faciliteranno anche lo scambio di conoscenze ed esperienze tra gli stakeholder individuati a livello locale, rendendo possibile l’ideazione di innovative soluzioni congiunte, come nuove reti di strutture ricettive, formazione di nuove connessioni tra le comunità locali e i mercati turistici internazionali, lo sviluppo di offerte turistiche rurali.
Questo sistema di formazione innovativo e tecnologico, attraverso gli strumenti tecnologici e un innovativo design dei contenuti, promuoverà la presa di coscienza delle comunità locali, incoraggiando una più ampia consultazione e supportando il ruolo degli innovatori del turismo già operanti nella regione (scelti durante le consultazioni della comunità), assegnandogli il ruolo di “opinion leader” locali con un primo livello di formazione che gli permetterà poi di trasmettere le nuove conoscenze ad altri membri della comunità.

Attività

  • Creazione di una serie di strumenti digitali e di contenuti formativi, rilasciati come open educational resources (OER) e open software licences (Open Source) per Stakeholder Europei del Turismo Rurale (Innovatori del turismo)
  • Valorizzazione delle risorse turistiche locali di Aree Rurali Europee (Waldviertel in AT, Carpazi in PL, RO, UA e Appennini in IT) supportando le popolazioni locali nell’uso degli strumenti tecnologici per la promozione del patrimonio locale e per lo sviluppo di prodotti turistici
  • Stimolo di una visione globale delle attrazioni di Turismo Rurale nelle aree prescelte, per una promozione reciproca sul web
  • Utilizzo e ottimizzazione del turismo come opportunità economica, facendo leva sui New Media per la creazione, amministrazione e promozione di iniziative di turismo rurale
  • Dare la possibilità ai residenti delle aree rurali di Romania, Italia, Ucraina e Austria, facilitando la loro partecipazione, informazione e consapevolezza, di prendere parte al processo di sviluppo e di miglioramento delle condizioni di vita, attraverso i processi che seguono
  • Accrescimento della consapevolezza nei residenti delle aree montane (Romania, Polonia, Italia, Ucraina, Austria) delle risorse di informazione e dei processi legati al turismo internazionali, nazionali, regionali e locali, e dei modi per accedervi
  • Miglioramento delle conoscenze, capacità e attitudini in ambito turistico, necessarie per uno sviluppo sostenibile delle comunità rurali montane
  • Agevolazione dell’accesso degli stakeholder turistici delle aree rurali a sistemi elettronici di pianificazione, comunicazione e formazione (piattaforma di e-learning), enfatizzando la componente del fare rete
  • Promozione di processi di consultazione, aggregazione e governance delle destinazioni attraverso la creazione di partnership a livello locale e magari anche regionale o nazionale, per uno sviluppo rurale sostenibile. Gli stakeholder condivideranno le iniziative innovative attraverso gli strumenti di comunicazione online
  • Formazione di un certo numero di innovatori rurali con l’aiuto degli opinion leader, formati per agire da moltiplicatori nell’ambito della formazione
  • Supporto delle comunità partecipanti nella produzione di prodotti turistici, con l’utilizzo degli strumenti digitali realizzati
  • Trasferimento del metodo e degli strumenti innovativi ad alter aree dell’Unione Europea e dintorni.